19 Dicembre 2022

Scopri tutti i suggerimenti ‘wrapping’ nel nostro primo LIVE Webinar!

19.12.2022 - In Grafityp l’innovazione è non stop anche a livello di Marketing & Comunicazione. Nel mese di Ottobre 2022 è stato organizzato il primo LIVE Webinar focalizzato sulla gamma di pellicole per wrapping e le loro svariate possibilità applicative.

Live webinar

A cura del BDM Peter Van de Vivere e dello Specialista Wrapping Rudi Zoons, il suddetto LIVE Webinar è stato dedicato a quattro principali tematiche: Introduzione generale sulle pellicole per wrapping;  Come evitare le bolle d’aria durante le applicazioni di wrappping;  Come applicare pellicole sulle porte e nelle relative scanalature; Processo di allungamento, distensione e riscaldamento delle pellicole.

Parte 1 – Introduzione: pellicole per wrapping

Durante la prima parte del webinar sono state illustrate dettagliatamente le diverse pellicole per wrapping con le loro specificità: oltre alla linea Omega-Skinz (pellicole colorate), Grafityp offre quattro pellicole per wrapping cast digitali: AE38P, AE38C, GT38SL e la PVC-free PU50C. Ciascun film ha caratteristiche proprie. Sono state spiegate in dettaglio durante il webinar.

Vuoi saperne di più?

Omega-Skinz

Le pellicole Omega-Skinz sono caratterizzate da una colla permanente che viene rimossa senza residui e dalla tecnologia Air Escape. Grazie alla pellicola multistrato, l’applicazione risulta molto facile. La gamma Omega-Skinz include sia pellicole colorate sia stampabili.

Lanceringsplatform Omega-Skinz

Parte 2 – Come evitare le bolle d’aria

Nella seconda parte, Peter e Rudi hanno spiegato come evitare le bolle d’aria durante e dopo l’applicazione della pellicola. E’ molto semplice: le si evita esercitando una pressione leggermente più forte con la spatolina, in modo da consentire all’aria di fuoriuscire dagli appositi micro canali.

Parte 3 – Applicazione delle pellicole nelle scanalature delle porte

Rudi ha illustrato come applicare la pellicola su una porta con scanalature.
Di seguito riassumiamo il flusso di lavoro con una pellicola stampabile Omega-Skinz:

1) Rimuovere il liner dalla pellicola fino a metà
2) Accertarsi che la pellicola sia ben tesa
3) Iniziare dal punto più alto e girare intorno agli angoli esterni con la spatola
4) Utilizzare la spatola per fare pressione sulla parte centrale della pellicola, evitando I bordi intorno alle scanalature (10 cm)
5) Riscaldare la pistola termica fino a 250°C (vedere il display) e scaldare la pellicola a distanza dalla scanalatura
6) Spingere la pellicola nella scanalatura perchè in questo modo la si libera da qualsiasi tensione
7)
Nella scanalatura, occorre riscaldare la pellicola a 110°C

8) Utilizzando la spatola, far aderire ancora una volta la pellicola nella scanalatura

Utilizzando invece una pellicola colorata Omega-Skinz, il flusso di lavoro è un po’ differente:

1) Rimuovere il liner dalla pellicola fino a metà
2) Posizionare saldamente la pellicola sulla porta
3)
Livellare la pellicola all’interno verso l’alto ±15 cm dalla scanalatura
4) Rimuovere la pellicola nei punti più alti e livellare ulteriormente nella scanalatura in modo che la pellicola sia libera da tensione nella scanalatura stessa
5) Scaldare leggermente la pellicola nelle curve e distenderla delicatamente così che spariscano le pieghe
6) Far aderire saldamente la pellicola nei punti più alti

Omega-Skinz

Parte 4 Processo di allungamento, distensione e riscaldamento

Nella parte conclusive del webinar, Rudi si è focalizzato sull’allungamento, la distensione e il riscaldamento della pellicola. Si è servito di una pistola termica per dimostrare come effettuare il wrapping di un paraurti di un’automobile con una pellicola colorata.  Al termine della dimostrazione, Rudi ha risposto a svariate domande.

E’ possibile allungare eccessivamente una pellicola?
Sì, è possibile.  Nel caso in cui si noti una differenza cromatica, bisogna rimuovere la pellicola e scaldarla nuovamente in modo che ritorni al suo status originario.

Qual è la temperatura che la pellicola raggiunge?
Impostando la pistola termica a 350°C, questa risulta la temperatura sul display, non quella reale del vinile, che invece sarà circa di 90°C. La temperatura del vinile può essere misurata con un laser.

E’ necessario pre-riscaldare il vinile e per quanto tempo?

Lo si deve pre-riscaldare solo nel caso di componenti 3D. Nel caso di un paraurti, per esempio, il film deve essere scaldato fino a quando non lo si senta flessibile.  A questo punto, è più facile farlo aderire alle curve.
Con GT38SL (laminato), la pellicola sul veicolo deve essere completamente scaldata di nuovo dopo il wrapping.  In questo modo l’adesività è attivata ed è al massimo della sua forza.